Storia, Warfare e...

Storia, Warfare e...
Come possono coesistere Storia, Arte Bellica e Sport?
Un fantallenatore non deve forse gestire risorse e giocatori come un generale?

giovedì 8 maggio 2014

Crolli impensabili e risultati a sorpresa. E ora come si fa la formazione?

Lo sguardo pensieroso di Montella la dice tutta: come anticipato qualche settimana fa in un mio precedente articolo (Quella dannata ultima formazione), il finale di stagione, come sempre, sta offrendo risultati clamorosi. Top Team che subiscono goleade dalle squadre più deboli, giocatori che subiscono una pesante involuzione di rendimento e giocatori definiti mediocri che di punto in bianco brillano come le stelle del calcio mondiale.
Entrando più nel dettaglio, recentemente misi in guardia sul rendimento e le possibili motivazioni di Atalanta e Genoa che si sarebbero affrontate in uno scontro diretto. Risultato? Denis tocca l'apice più basso del suo rendimento stagionale facendosi parare un rigore. Inoltre, la partita terminò con un pareggio raggiunto senza troppi patimenti da ambo i lati. L'ultimo turno, addirittura ci ha regalato la fragorosa caduta della Roma a Catania e la pirotecnica vittoria esterna del Sassuolo.

Caro fantallenatore, se sei ancora in corsa per la vittoria del campionato, fai ancora più attenzione! Ribadisco il mio consiglio: prova a seguire l'istinto per cercare di prevedere tali risultati. Se solitamente fai la formazione studiando le statistiche, prova ad accantonarle. Almeno in parte... Personalmente darei per certo che vedremo altre "belle" sorprese. 

Inoltre, non dimenticare il fatto che una buona parte degli allenatori ha cominciato a schierare giocatori della primavera o comprimari che nel corso dell'anno hanno visto poco il campo. Una buona parte dei portieri titolari, vuoi per infortunio o per semplice turn over, hanno iniziato a scaldare la panchina. A tal proposito, ho un ricordo fisso nella mia memoria: qualche stagione fa, giocai in dieci l'ultima di campionato perché il Chievo, già salvo, fece addirittura giocare il terzo portiere! 

Morale della favola, in questi giorni, mentre farai la formazione, valuta bene di aver schierato un 11 che abbia buone possibilità di giocare. Prova a contare quanti giocatori potrebbero chiudere la giornata con un banale sv o ng. E sopratutto, valuta se i classici tre cambi sarebbero sufficienti per farti giocare in 11. Nella mia lega, ho già visto due partecipanti giocare in 10 perché non potevano usufruire di un eventuale quarto cambio. Come si usa dire.... Fantallenatore avvisato, mezzo salvato!

E come termina il manuale "L'arte di vincere al fantacalcio", buon fantacampionato a tutti!

Matteo Freddi
autore de "L'arte di vincere al fantacalcio" e della "Guida all'asta 2015-16 e aggiornamento de L'arte di vincere al fantacalcio".

Vuoi leggere altre analisi fantacalcistiche? Naviga il sito o tieniti aggiornato iscrivendoti ai feed rss oppure iscrivendoti alla newsletter. Opzioni disponibili compilando i campi presenti in ogni pagina in alto a destra.

foto maidirecalcio.com